giovedì 20 novembre 2008

Girelle con crema d'arancia e gocce fondenti


Ed eccoci arrivati all'ultimo dolce per il compleanno di Lory, si tratta di briosches e voi direte che c'azzecca con un compleanno??? Bhè in effetti poco, ma questo, come gli altri non pretendevano di essere "il dolce del compleanno", ma solo i dolci coccolosi di contorno....e a giudicare dalle rimanenze a fine serata ( nulle) il loro successo lo hanno riscosso...
Questa è una ricetta nuova, e rispetto alle altre briosches che ho pubblicato anche se mi erano piaciute moltissimo devo dire che con queste ho raggiunte l'apoteosi ( scusate la modestia ;-), ma quel che va detto va detto!!) almeno per me, perchè sono morbide, soffici e profumate e credo ( ma di questo però non v'è certezza visto che al giorno dopo non ci sono arrivate!) che si mantengano anche meglio...
La ricetta è sempre della mitica Paoletta, questa volta sono rimasta fedele oltre che alle dosi anche ai tempi di lievitazione, ho solo cambiato la farcitura e per la pasta al posto dello strutto ho preferito il burro.
Prima di passare alla ricetta, vi avverto che è un procedimento laborioso, non tanto per la difficoltà quanto per la lunghezza, che però vi consiglio di rispettare perchè effettivamente la lievitazione fatta in un certo modo e a diverse temperature è fondamentale soprattutto quando si usano due tipi di farine, ho cominciato ad apprezzare questo concetto dopo diverse prove dove volevo sveltire il tutto :-)).
Allora veniamo agli ingredienti:
per la pasta...
gr 250 farina manitoba
gr 250 farina 00
gr 75 zucchero
gr 75 di burro
15 gr di lievito di birra o una bustina di Lievital
170 ml di acqua ( occhio ad aggiungerla piano piano perchè la quantità può cambiare in base al tipo di farina)
170 ml di latte ( idem come per l'acqua)
scorza di arancia
1 tuorlo d'uovo
1 cucchiaino di miele
5 gr di sale
1 albume ( non va nell'impasto serve per lucidarle prima di infornarle)
per la crema pasticcera:
1 uovo intero
250 ml di latte
75 gr
20 gr di farina
un pizzico di sale
la buccia grattugiata di un'arancia
per lo sciroppo di zucchero:
4 cucchiai di acqua
1 cucchiaio abbondante di zucchero semolato
Far bollire l'accqua con lo zucchero fino a quando questo non sarà completamente disciolto. Spegnere e lasciare intiepidire leggermente. Usarlo cmq non freddo.
Preparazione della pasta:
La sera prima impastare l'acqua, il lievito, il miele e 150 gr di farina presi dai gr totali. Uscirà fuori un impasto molto molliccio, non vi preoccupate, lasciatelo lievitare coperto con un panno umido per circa un'ora, poi riprendetelo, aggiungete il resto degli ingredienti, in ultimo il burro morbido. Lasciare lievitare per altri 40' in luogo tiepido.
Se ce ne fosse bisogno, si può aggiungere all'impasto 2 o 3 cucchiai di farina, ma non di più, (tanto ho visto che poi si compatta ed è fcilmente lavorabile con le mani ed il piano di lavoro infarinato). Dopodichè coprire con la pellicola e mettere in frigo fino al mattino successivo.
Al mattino tirare fuori l'impasto, attendere circa 30', poi fare la piegatura serrata per favorire la crescita in verticale del prodotto. Coprire con un panno umido e lasciare lievitare ancora 1 ora. Nel frattempo preparate la crema pasticcera amalgamando con una frusta l'uovo con lo zucchero, la farina e la buccia grattugiata dell'arancia, quando il latte bolle aggiungerlo in un colpo solo, filtrandolo attraverso un colino, girare bene bene e poi cuocere sempre girando, a fuoco bassissimo per qualche minuto. Una volta pronta lasciarla raffreddare.
A questo punto stendere la pasta col matterello riducendola ad uno spessore di circa mezzo cm. e ricoprire tutta la superficie con un velo di crema pasticcera, e sopra di essa spargere le gocce di fondente (oppure se preferite uvetta, ma in questo caso non aromatizzate la crema con l'arancia). Arrotolare la sfoglia come un salame e tagliate poi le girelle larghe circa 1,5/2 cm (occhio a non farle più larghe se no vi vengono i saccottini!!)
Allineare distanziati i dolci così ottenuti sulla placca da forno, ricoperta con carta forno, ( vi avverto che non sarà un'operazione facile perchè tendono a spanciare), pennellarli con l'albume sbattuto e lasciarli lievitare ancora per un'ora.
Finalmente cuocere in forno a 180° finchè non saranno perfettamente dorate.
Una volta sfornate lucidarle subito con lo sciroppo di zucchero...adesso potete mangiarle, calde o fredde sono divine.........alla faccia della modestia!!
Anche con questa ricetta partecipo alla raccolta di merende di Tzu!!

23 commenti:

  1. accidenti, infatti mi sembravano LORO, le mitiche girelle di Paoletta, quelle che da secoli vorrei fare perchè ogni volta che le vedo, cosi dorate e lucide, sbavo!!! mi piace tanto anche l'accostamento arancia-ciocco, che adoro, i miei complimenti!....e chissà che non mi decida, finalmente :) bacioni!

    RispondiElimina
  2. A Paoletta vengno ancora più belle,la girandola le viene serrata e ben evidente, credo di aver esagerato con la farcia..ma io sono una golosa impenitente e abbondo sempre, non riesco a frenarmi!!Comunque nonostante siano laboriose sabato le ripeto perchè a casa chiedono il bis, questa volta farcirò meno poi vedremo il risultato! Un bacio e provale ne vale la pena!

    RispondiElimina
  3. Non so se ho viste quelle di Paoletta ma queste sono bellissime e si vede anche che sono molto soffici come piace a me ..baci!!

    RispondiElimina
  4. ehi ma sono semplicemente bellisisme...e chissa che buone!!! non ne è avanzata enppure una vero...ma ceh lo domandiamo afare...ovvio!!
    bravissima e baci baci

    RispondiElimina
  5. I tuoi dolci mi fanno restare con la bocca aperta e, se non sto attenta, vengono gli uccellini a farci il nido!
    Vieni da me...ho un premio da consegnarti.
    Baci!

    RispondiElimina
  6. ti sono venute benissimo!!! anch'io le ho adocchiate da un pò ma non ho ancora avuto modo di provarle!! ci credo che hanno riscosso un successone!!! sono bellissime!!
    baci e buon weekend!

    RispondiElimina
  7. queste girelline mi farebbero comodo per la colazione..... almene si salirebbe in paradiso un'attimino.... finchè si mangiano
    poi finita la festa si ritornerebbe con i piedi per terra.
    te ne porto via una al volo
    ciao

    RispondiElimina
  8. Ma che bel blog ...
    Complimentoni ... Premio meritatissimo!

    Giugiù

    RispondiElimina
  9. ciao, ti rispondiamo da qui: per la salsa al radicchio abbiamo usato quella già pronta che trovi al banco frigo del super!
    baci

    RispondiElimina
  10. Manu e Silvia: grazie ragazze!

    RispondiElimina
  11. Devi proprio andarne fiera di queste girelle, hai raggiunto un risultato perfetto Milla, brava!!! Sai che io ho sempre un po' paura nel lavorare questi impasti?? Temo sempre che non mi riescano bene...
    Un bacio grande e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  12. che bonta'!!!!
    una colazione cosi sarebbe una vera bomba

    RispondiElimina
  13. ci azzecca ci azzecca...le cose buone ci azzeccano sempre:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  14. Ciao Milla, questi dolcetti sono una favola, belli e chissa' che buoni!!!
    Complimenti carissima, sei davvero brava!
    Buon week end, un bacio grande :-)

    RispondiElimina
  15. Bellissime e golosissime!Complimenti!Arancia e cioccolato assieme poi sono fantastici!Ho scoperto oggi il tuo blog,davvero bello e curato!Ti ho aggiunta alla mia lista di blog,spero non ti dispiaccia!

    RispondiElimina
  16. Finalmente ora ci seiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ^_^

    RispondiElimina
  17. ciao Milla,
    abbiamo pubblicato la tua intervista su blog di cucina ;)

    RispondiElimina
  18. che spettacolo!!!...me ne incarta 15!!!...anzi no 20!...
    ciao e b.w.

    RispondiElimina
  19. Seguo già alcuni blog di cucina... perchè sono un pò masochista... e buongustaio...
    Grazie per la visita sul mio blog... collega :-)
    A presto

    RispondiElimina
  20. Ma guarda che delizia!!!! sembra di sentirne il profumo attraverso il monitor!!! Buona serata Laura

    RispondiElimina
  21. @ Camomilla: non sono impasti difficili, solo lenti, considerando i piatti che cucini, ti verranno sicuramente benone, niente paura!!

    @ Mirtilla, Unika e Marilena: grazie :-))

    @ Vale: altro che dispiacere, per me è un onore, grazie!

    @ Susina non mi sembra vero!!

    @ Pino: mi dispIAce, gia finite, per la prossima volta giuro che te le metto da parte!!:-))

    @ Maurizio: buongustaio e masochista si sa vanno a braccetto...a presto...collega!

    @ L'antro dell'alchimista: anche a te!

    @ Paoletta: grazie, grazie!!:-))

    BUON WEEK-END A TUTTI A PRESTO

    RispondiElimina
  22. faccio parte di quelle generazioni cresciuta a girelle ma le tue sono molto più invitanti, mi sono iscritto a fB

    RispondiElimina

Impressioni, consigli, chiarimenti, critiche...tutto ciò che scrivete è benvenuto...purchè vi firmiate :-)

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.