domenica 29 novembre 2009

Biscotti all' "ammoniaca"

Non vi aspettate biscotti come questi o questi, quelli di oggi sono dei semplicissimi  biscotti cicciottosi tutti da inzuppare, non contengono aromi quindi non hanno un sapore particolare, ma una consistenza leggera leggera, nonostante la cicciotosità, quella si che ce l'hanno...

Mia mamma li ha sempre fatti, mi ricordo che da bambina mi chiudeva fuori dalla cucina perchè durante la cottura l'ammoniaca si sente eccome, ma niente paura basterà arieggiare un pò!!!

Non ho mai aggiunto niente a questa ricetta perchè nella loro semplicità a me piacciono così,  da affogare nel cappuccino, vedete voi se cambiarli a piacimento o meno.



Ingredienti:
40 gr di bicarbonato di ammonio ovvero  ammoniaca per dolci* ( preferibilmente in farmacia)
400 gr di zucchero
1 Kg di farina 00
1 bicchiere di latte
1 tazzina di olio evo

Preparazione: sbattere le uova intere con lo zucchero, continuando a mescolare aggiungere metà farina setacciata, il bicchiere di latte, l'olio, la restante farina e l'ammoniaca ( che consiglio di comprare in farmacia perchè è migliore di quella in vendita nei super). A questo punto prendere l'impasto stenderlo ad uno spessore di circa 1/2 cm, ritagliare con le formine che più ci piacciono, adagiare i biscotti sulla placca da forno rivestita con carta da forno e cuocere in forno periscaldato a 180° fino a leggera doratura.
Come già detto al momento della cottura si sprigionerà il classico odore di ammoniaca, che, per chi non è abituato ad utilizzare questo ingrediente può impaurire un pò, tranquille, l'odore esalerà,  e non rimarrà traccia sui biscotti che sono perfettamente commestibili!

* il bicarnonato di ammonio è un sale acido dell'ammoniaca. A temperatura ambiente si presenta come un solido incolore dall'odore lieve di ammoniaca. Si decompone a temperature superiori a 35 °C producendo fumi di ammoniaca.
Nell'industria alimentare viene utilizzato come agente  lievitante  (basta non mischiarlo con altri sali acidi) o come regolatore di acidità . [ tratto di Wikipidia.org]

Anche con questa ricetta partecipo alla raccolta di Micaela:




50 commenti:

  1. conosco alcuni dolci dove si usa l'ammoniaca e sono sempre sofficiosi e golosi come questi da te presentati!!una vera bonta i tuoi milla accompagnati da una tazza di te il massimo!!baci imma

    RispondiElimina
  2. Questi biscotti sono una meraviglia ma il dubbio è: so che l'ammoniaca fa male...si questa è alimentare, ma c'è da star sicuri?
    E se non avessi l'ammoniaca viengono bene ugualmente se fatti lievitare con del semplice cremor tartaro?

    RispondiElimina
  3. Non ho mai usato l'ammoniaca e confesso che ho un pò paura.. So che prima o oi dovrò superarla, ma non me la sento ancora..
    I tuoi biscotti però sono talmente belli che un pensierino ci farò..
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. mi piace molto l'utilizzo dell'ammoniaca per fare i biscotti, spesso la uso anch'io e ti dico che ci piacciono molto...
    complimenti e buona domenica sera.

    RispondiElimina
  5. @ Federica, Imma, Betty: grazie!

    @ Spighetta: generalmente ed erroneamente si parla di ammoniaca, ma come ho scritto si tratta di bicarbonato di ammonio ovvero un sale dell'ammoniaca, largamente utilizzato nell'industria alimentare.Quindi puoi stare più che tranquilla, io mangio questi biscotti da quando ero bambina ( oddio fa un pò pubblicità kinder maxi!!) e non ho mai avuto disturbi. Con il cremor tartaro sinceramente non so se possa essere la stessa cosa (io lo utilizzo solo per le meringhe perchè vengono più asciutte) cmq consiglio sempre di acquistare il bicarbonato di ammonio in farmacia perchè è purissimo e sicuro.
    a presto!

    @ Rossa: probabilmente hai le stesse titubanze di Spighetta ed effettivamente avrei paura anche io se non avessi avuto qualcuno in casa che avesse sperimentato!

    @ Zucchero d'uva: la trovi anche nei super più forniti, ma io preferisco quella di farmacia più pura!

    RispondiElimina
  6. anche mia mamma è affezionata ad una ricetta di biscotti simili...
    semplici e genuini!

    ciao
    vale

    RispondiElimina
  7. Ma lo sai che io non faccio mai biscotti ? ora mi sta venendo una voglia di provare che nonti dico ! bellissimi

    RispondiElimina
  8. Ciao Milla!! Grazie del tuo commento;))) Anche tu non scherzi con le ricette!! Mi ha fatto piacere conoscere il tuo sito.
    A presto
    Patricia
    PS: Anch'io mi sono aggiunta tra i tuoi lettori;))

    RispondiElimina
  9. Che bello ho giusto là un po' di ammoniaca!Copiata

    RispondiElimina
  10. grazie Milla, ovviamente sono da provare anche questi!! sono carinissimi e poi il fatto che sono anche leggeri mi fa venir ancora più voglia di provarli! baci

    RispondiElimina
  11. Ma quanto sono belli! In genere quando penso all'ammoniaca tendo ad associare biscotti dall'aspetto tozzo, questi invece sono favolosi!

    RispondiElimina
  12. Che bello!!! Anche mammuzza mia li faceva... sai che mi piaceva inzupparli nell'acqua tiepida?!
    Un bacio :-)

    RispondiElimina
  13. Milla! con questi biscotti mi hai fatto ricordare che da bambina (e non solo) mangiavo dei meravigliosi tarallucci dolci fatti con l'ammoniaca erano strepitosi! come i tuoi biscotti d'altronde! passo la ricetta a Martino e ti do conferma di quanto sono buoni. baci

    RispondiElimina
  14. dico che gli inzupperei volentieri domani mattina, non ho mai adoeprato l'ammoniaca ma mi sembrano belli morbidi

    RispondiElimina
  15. Ho giusto 2 bustine di ammoniaca che mi sono portata a casa 4-5 anni fa.
    Non mi sono mai decisa ad usarla, ma a queste stelline è difficile resistere.
    Ne approfitterò un giorno in cui non c'è nessuno a cui può dare fastidio il suo odore ^-^

    RispondiElimina
  16. Sai che ho appena comprato le bustine dell'ammoniaca? Ho intenzione di provare anche io a biscottare... le tue stelline sono davvero molto carine ma soprattutto invitanti...

    RispondiElimina
  17. I biscotti della mamma...quelli buoni, coccolosi, senza troppi intrugli :)
    L'odore dell'ammoniaca non mi spaventa,e visto che la scorta dei miei biscotti è quasi finita...mi procuro l'ammoniaca e li provo!
    Un bacio Serena
    Aurelia

    RispondiElimina
  18. Questo post mi piace tanto. Oramai da te le preparazioni da copiare sono tante ma confesso che la cosa che più mi ha fatto piacere è l'uso del bicarbonato di ammonio...
    Si perchè ho sempre timore nell'usarlo ma vederlo nelle tue ricette mi rassicura...e mi convince soprattutto...visti i risultati!:)
    Bravissima e complimenti, buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
  19. Magnifici questi biscotti, non ho mai provato a usare l'ammoniaca per fare dolci ma se questi sono i risultati ... non mi resta che provare!

    RispondiElimina
  20. così li fanno anche da mia madre, sentendo l'odore si inorridisce, ma poi ...buonissimi. i tuoi sono ok!
    ciao Reby

    RispondiElimina
  21. Grazie milla! Molto interessante..Approfondirò il discorso! :)

    RispondiElimina
  22. Questi sono i biscotti che preferisce mio marito...cicciottosi da pucciare nel latte.
    Brava !
    Ti auguro una buonissima giornata :-)

    RispondiElimina
  23. Ma che bei biscottini semplici e carini.... tutti da inzuppare nel latte o nel thè!!!!! baci e buon inizio settimana :-D

    RispondiElimina
  24. Ciao Milla hanno davvero l'aspetto invitante...anche se il mio dubbio e l'ammoniaca, mai usata e mi lascia qualche perplessità!!! Una volta volevo acquistarla ma ho sempre il dubbio del ma....brava comunque sono bellissimi..un abbraccio a presto!!!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  25. Anche io ho una ricetta semplice simile alla tua, è vero l'odore di ammoniaca si sente durante la cottura, ma è un pegno da pagare per ottenere dei biscotti friabili e ideali da inzuppare in una bella tazza di latte.
    Ciao!

    RispondiElimina
  26. mi sembrano deliziosi nella loro semplicità! Ma puzza davvero così tanto l'ammoniaca?
    Ah ho scritto la ricetta del ghee per te: http://mammaiana.blogspot.com/2009/11/ghee.html Bacini!

    RispondiElimina
  27. Ho sempre avuto timore nell'adoperare l'ammoniaca nei dolci. L'avevo anche comperata ma poi l'ho lasciata in disparte fino alla sua scadenza. Mi sa che riprovarò!!
    Grazie della tua visita che ricambio con molto piacere !!
    Mi piace molto la mantovana qui sotto.

    RispondiElimina
  28. Mai provato con l'ammoniaca! :)L'aspetto mi piace tantissimo sono davvero ben gonfi! Sicuramente uno tira l'altro!

    RispondiElimina
  29. @ Tutti: grazie! E se li provate poi fatemi sapere le vostre impressioni! Buona settimana!

    @ Pagnottella: ma sai che è vero che stanno bene inzuppati anche nell'acqua tiepida!!

    @ Ele: dai fammi avere da Martino la ricetta dei tarallucci!!

    @ Aurelia: e vai con le mani in pasta!!! E' vero è proprio un biscotto da mamma , semplice e buono! Un bacio

    @ Gambetto: grazie Mario, come sempre. Vai tranquillo ormai sono più di trent'anni ( come passa il tempo...) che mangio questi biscotti, ricetta stracollaudata e affidabilissima!Buona settimana

    @ Elisa: vai tranquilla li mangia anche il mio cucciolo, se avessi qualche dubbio di certo non glieli darei e non li avrei postati!

    @ Iana: grazie per la ricetta. Si il bacarbonato di ammonio cuocendo ha il tipico odore dell'ammoniaca che buonissimo non è, ma avendo l'accortezza di lasciare la finestra socchiusa,o arieggiare subito dopo, non si sente nemmeno!

    RispondiElimina
  30. Queste stelline sono come le ciliege, una tira l'altra!!!!

    RispondiElimina
  31. Che tentazione... ti credo che sono buoni.. basta guardarli.
    Bella ricetta da provare proprio come l'hai condivisa tu.
    Baci Alessandra

    RispondiElimina
  32. MILLA!!
    Hanno un bellissimo aspetto, un bellissimo colore, un bellissimo tutto!!
    Ma dici che quest'ammoniaca si può sostituire? Devo dire che sono davvero adorabili, me ne ruberei uno subito, da pocciare nel mio cappuccino mattutino!

    RispondiElimina
  33. Io ci aggiungo la buccia di limone e degli zuccherini colorati sopra:
    http://unacolicadacqua.blogspot.com/2006/12/ricette-sparse-4.html

    Brava!

    RispondiElimina
  34. Bellissimo il tuo blog Milla...non lo conoscevo e ti metterò fra i miei preferiti!
    Grazie per quello che mi hai scritto...le delusioni fanno male, ma insegnano molto!
    Un abbraccio e complimenti per i biscotti

    RispondiElimina
  35. Con il nome di questi biscotti hai resuscitato qualche ricordo simile al tuo. Li avevo dimenticati, grazie per avermeli fatti ritrovare!

    RispondiElimina
  36. Ce l'ho in casa l'ammoniaca, devo solo decidermi a usarla ... Grazie per la ricettina

    RispondiElimina
  37. Non ho mai usato l'ammoniaca nei biscotti, ma sono molto curiosa!
    Questi biscotti hanno un aspetto fantastico :))

    RispondiElimina
  38. Deliziosi e meravigliosi! Grazie per la riceta cara Milla! baci

    RispondiElimina
  39. nella loro semplicità sono stupendi!!!sai che anch'io ricordo l'odore dell'ammoniaca che si sprigionava dal forno quando ero piccola??..me l'hai fatto ricordare..
    mia mamma faceva delle deliziose ciambelline..peccato che non ho la ricetta!!

    ciao ciao!!

    RispondiElimina
  40. @ Stefi, Elga, Morena: :-)

    @ Alessandra: grazie

    @ Marti: non credo, la peculiarità è proprio l'ammoniaca...perchè non la vuoi mettere?

    @ Loste: carina come idea!

    @ Simo: grazie! Gli amici di blog servono anche a dare sostegno quando serve!! Un bacio

    @ Maurina: di niente!

    @ Lenny, Maria: grazie!

    RispondiElimina
  41. mai usata l'ammoniaca ma non mi fa paura e di te mi fido! in più sono molto belli

    RispondiElimina
  42. Andate tranquille con l'ammoniaca, non è mica quella che lavate i pavimenti. è bicarbonato d'ammonio, un comunissimo lievito usato in questo tipo di biscotti che lievitano in cottura. Il calore fa agire il lievito, che si volatizza poi nell'aria senza rimanere nel biscotto. Sapete che anche il nostro corpo produce ammoniaca?

    RispondiElimina
  43. Ho provato l'ammoniaca x preparare i biscotti totò, una ricetta che ho pubblicato qualche mese fa, xò sempre qualche mese fa ho fatto questi biscotti trovando una ricetta in rete... beh! sono fantastici... poi da inzuppare!!!! e morbidi. . resistono x giorni.. la prossima volta provo la tua!!
    grazie Ciao Dany :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani non conosco questi biscotti Totò andrò sicuramente a sbirciare sul tuo blog...a presto...è se provi la mia ricetta fammi sapere..:-)

      Elimina

Impressioni, consigli, chiarimenti, critiche...tutto ciò che scrivete è benvenuto...purchè vi firmiate :-)

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.